Home Diritto Amministrativo Procedure concorsuali Regola dell’anonimato delle prove di esame

Regola dell’anonimato delle prove di esame

281
0

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia – Catania, nella Sentenza 28 agosto 2008 n. 1528 ribadisce che L’accesso al corso di Laurea Specialistica in medicina, è programmato a livello nazionale, secondo quanto stabilito dell’art. 1, lett. a), L. 2 agosto 1999 n. 264 ed avviene secondo procedure selettive, pertanto illegittimamente la Commissione del concorso, in violazione del principio di segretezza e della regola dell’anonimato teso a garantire la par condicio identifica i candidati una seconda volta al momento della consegna del plico contenente i moduli da compilare, ed una terza volta al momento della consegna dei moduli compilati, che è avvenuta in ordine alfabetico chiamando i candidati presenti in ogni aula nell’ordine alfabetico risultante dai rispettivi registri, procedendo in quest’ordine preordinato al ritiro delle buste ed alla loro collocazione all’interno degli appositi contenitori;

infatti, il ritiro delle buste e la loro collocazione all’interno dei contenitori nell’ordine alfabetico risultante dai registri d’aula consente a chiunque di associare ogni busta attraverso la sua materiale collocazione, al nominativo di un candidato.
Emiliana Matrone

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here