Home Diritto del lavoro Lavoratori postelegrafonici Indici di qualità sui tempi di recapito della corrispondenza ordinaria e prioritaria

Indici di qualità sui tempi di recapito della corrispondenza ordinaria e prioritaria

Deliberazione 15 gennaio 2003

192
0
SHARE
Cassetta_posta_italiana

Con deliberazione 15 gennaio 2003, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 17 del 22 gennaio 2003, il Ministro delle Comunicazioni  fissa per l’anno 2003 gli indici medi unitari di qualità.

Tali indici sono finalizzati alla verifica della qualità del servizio postale, relativamente al corriere ordinario interno nonchè al corriere prioritario.
Gli indici di qualità vengono recepiti sia nel contratto di programma stipulato dal fornitore del servizio universale e dal Ministero delle comunicazioni, sentito il Ministero dell’economia e delle finanze, nel quale sono fissati, altresì, i relativi strumenti di garanzia del perseguimento degli obiettivi di qualità, sia nella carta della qualità del servizio postale.

Deliberazione 15 gennaio 2003

Indici di qualità sui tempi di recapito della
corrispondenza ordinaria e prioritaria

Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 17 del 22 gennaio 2003

IL MINISTRO DELLE COMUNICAZIONI

in qualità di

Autorità di regolamentazione del settore postale

Visto il decreto legislativo 22 luglio 1999, n. 261, che ha recepito la direttiva 97/67/CE sui servizi postali, ed in particolare l’articolo 12, in base al quale l’autorità di regolamentazione stabilisce gli standard  qualitativi del servizio universale adeguandoli a quelli realizzati a livello europeo;

Visto il decreto del Ministro delle comunicazioni 24 maggio 1999, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 128 del 3 giugno 1999, che ha stabilito, tra l’altro, gli indici di qualità sui tempi di recapito delle  corrispondenze ordinarie e prioritarie per il triennio 1999-2001;

Visto il contratto di programma stipulato fra il Ministero delle comunicazioni e la s.p.a. Poste Italiane in data 11 settembre 2000, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 221 del 21 settembre 2000, ed in particolare l’articolo 6, che fissa gli obiettivi di recupero della qualità dei servizi e relativi strumenti fino all’anno 2002;

Visto il contratto stipulato il 18 settembre 2000 fra il Ministero delle comunicazioni e la IZI s.p.a. – .metodi, analisi e valutazioni economiche -riguardante la verifica della qualità del servizio postale, ed in particolare l’articolo 8, comma 7;

Vista la deliberazione del Ministro delle comunicazioni 7 giugno 2001 riguardante la definizione degli indici di qualità del corriere prioritario per l’anno 2001, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 139 del 18 giugno 2001 con la quale, in considerazione della poca chiarezza e non univocità degli obiettivi di qualità
stabiliti in precedenza nel summenzionato decreto del Ministro delle comunicazioni del 24 maggio 1999 nonché nel citato contratto di programma, sono stati riveduti, per l’anno 2001, i medesimi obiettivi;

Atteso che la deliberazione di cui al punto precedente prevedeva un adeguato approfondimento della materia allo scopo di determinare, per l’anno 2002, gli obiettivi di qualità di cui trattasi;

Vista la deliberazione del Ministro delle comunicazioni del 2 ottobre 2002 concernente la verifica della qualità del servizio postale, per l’anno 2002, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 239 dell’11 ottobre 2002 con la quale sono stati determinati, tra l’altro, gli indici di qualità per l’anno 2002, in considerazione dell’impossibilità di pervenire a una approfondita modifica degli indici stessi essendo già in corso, per l’anno di cui trattasi, la verifica della qualità del servizio postale da parte della società incaricata;

Tenuto conto che il piano d’impresa 2003-2005 della società Poste Italiane, contenente, tra l’altro, le future linee di sviluppo della produttività nonché gli obiettivi di recupero dell’efficienza, non è stato ancora adottato definitivamente;

Ritenuto necessario pervenire, comunque, ad una organica e coordinata definizione degli standard di qualità del corriere ordinario e prioritario per l’anno 2003;

Preso atto che un indice rappresentativo degli standard di qualità suddetti è l’indice medio unitario nazionale già utilizzato, rispettivamente, per il servizio di posta ordinaria e per il servizio di posta prioritaria;

Considerato, inoltre, che l’indice medio unitario di qualità relativo alla posta prioritaria deve essere adeguato agli standard degli altri paesi europei, in conformità a quanto stabilito all’art. 17 della direttiva 97/67/CE;

Considerato, infine, che gli obiettivi di qualità di detto servizio sono alla base del contratto con la società IZI;

Sentito il consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti;

ADOTTA

la seguente deliberazione:

Art. 1

1.Ai fini della verifica della qualità del servizio postale, relativamente al corriere ordinario interno, sono fissati i seguenti indici medi unitari di qualità:

anno 2003:

J+3 : 92,00%;
J+4 : 97,00%;
J+5 : 99,00%.

Art. 2

1. Ai fini della verifica della qualità del servizio postale, relativamente al corriere prioritario, sono fissati i seguenti indici medi unitari di qualità:
anno 2003:

J+1 : 87,00%;
J+2 : 98,00%;
J+3 : 99,00%.

Art. 3

1.Gli indici di qualità di cui ai precedenti articoli vengono recepiti sia nel contratto di programma stipulato dal fornitore del servizio universale e dal Ministero delle comunicazioni, sentito il Ministero
dell’economia e delle finanze, nel quale sono fissati, altresì, i relativi strumenti di garanzia del perseguimento degli obiettivi di qualità, sia nella carta della qualità del servizio postale.

La presente deliberazione è pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Roma, 15 gennaio 2003

Il Ministro: GASPARRI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here